Home » News » La magia del bianco e nero
28
apr

La magia del bianco e nero

_1407CAR_4364

Fotografo matrimonio Forlì Cesena Ravenna Rimini

Ognuno di noi porta con sé ricordi, esperienze, attimi che non vorrebbe mai dimenticare, la fotografia è il miglior modo per congelare quegli istanti, fermare per sempre su carta un momento di vita vissuta.

Nell’immaginario collettivo la fotografia in bianco e nero rappresenta a tutti gli effetti la memoria, basta pensare all’impatto emotivo che le immagini di grandi maestri del passato come Cartier Bresson, Doisneau e altri suscitano in chi le guarda. Di fatto le immagini in toni di grigio sembrano raccontare meglio di altre la storia ad esse legate, avvolgendo le persone o i paesaggi ritratti di un’aura magica, ne sono un valido esempio gli scatti panoramici di Ansel Adams che fece dell’esposizione in bianco e nero una vera scienza.

Ma perché le fotografie in bianco e nero spesso appaiono più belle? Come abbiamo visto uno dei motivi è la loro valenza storica, in principio esisteva solo il monocromatico, inoltre tecnicamente è molto più difficile ottenere uno scatto interessante in toni di grigio rispetto al colore. Due fotografie dello stesso soggetto a colori o in bianco e nero trasmettono a chi le guarda emozioni molto diverse, il colore perdona molte mancanze tecniche ma in un certo senso distrae l’occhio dall’essenza del soggetto in sé. Un ritratto ben eseguito in toni di grigio esalta l’espressione, dona profondità allo sguardo, sottolinea la texture della pelle, cattura tante piccole caratteristiche che rendono unica ogni persona, in un certo senso più della sua reale copia a colori. 

Attualmente la fotografia vive la così detta “Era digitale”, ben pochi sono i limiti che si trova ad affrontare un fotografo, soprattutto dal punto di vista creativo. Una volta prima di premere l’otturatore si controllava l’esposizione fino allo sfinimento, ogni fotogramma era per ovvie ragioni più ragionato e non si aveva un’idea del risultato finale. Con le fotocamere digitali questi problemi sono stati ovviati a favore dello scatto, non si perde nemmeno un istante, inoltre la possibilità di vedere immediatamente il risultato permette di regolare esposizione e taglio.

I modi sono cambiati, la fotografia si è evoluta, il colore è la prassi ma per giornate speciali come il proprio matrimonio gli sposi non esitano a chiedere un servizio che comprenda istantanee in bianco e nero, dal gusto un po’ retrò, per sottolineare l’importanza dell’evento che si sta vivendo. Quando si nomina un attrice o una ballerina spesso ognuno di noi va con il pensiero a note fotografie del passato, nonostante le attuali riviste patinate siano ricchissime di esempi di ritratti a colori di donne bellissime. In realtà ognuno di noi vorrebbe sembrare almeno una volta affascinate come apparivano donne del calibro di Coco Chanel, Greta Garbo o Marilyn Monroe, muse dell’epoca del monocromatismo.

Il legame tra memoria e immagini in bianco e nero è davvero indissolubile, ogni emozione viene esaltata, da quelle più drammatiche ai sorrisi più solari, proprio per le peculiarità che la fotografia in bianco e nero porta con sé.

_2108CAR_4724

Submit a comment

Friendstudio di Parrinello Carlo - V.le Risorgimento 277 - Forlì - Cell. 349.1652606 - P.IVA 03254780400